Il risveglio della NATURA. BioWatching in Lapponia. 1 – 7 Maggio 2019

 

 

 

Dopo il lungo inverno artico, le terre del nord si risvegliano e in breve diventano un’esplosione di vita, di colori e di odori. La Natura, costretta ad un riposo forzato dalla stretta del freddo e del ghiaccio, si libera e dà il meglio di sé. Sarà un viaggio diverso dal solito, nelle terre più affascinanti e incontaminate del nostro continente, tra panorami da togliere il fiato e cultura millenaria. Andremo alla scoperta della natura più vera, e della sua enorme varietà. Grazie all’esperienza della nostra guida naturalistica, Giulia Bimbi, e delle tante persone del territorio che incontreremo e che ci daranno supporto, conosceremo i segreti di questi luoghi, incontreremo animali e piante per noi rari ed esotici, e vivremo esperienze uniche e emozionanti.

 

 

INFO PRINCIPALI:
Itinerario tra Finlandia e Svezia
Spostamenti con veicoli 4×4
Gruppo di max 6 persone
Guida Naturalistica: Giulia Bimbi
Fotografo: Giovanni Gambacciani
2-3 persone di staff a seconda dell’attività

 

VOLI:
Partenze principali da Milano e Roma
Compagnia di riferimento: FinnAir
Arrivo su Oulu e ripartenza da Kemi
(nord della Finlandia / Lapponia interna)

 

++ Prenotazioni aperte ++

 

Guida Naturalistica: 
Giulia.Bimbi@gmail.com

Guida Fotografica:   
Info@GiovanniGambacciani.com

Tour Operator
Info@LappOne.com

 

 
 

 

e

 

Pagina aggiornata al 18 Gennaio 2019

 

 

Un batticoda che ci è venuta a trovare proprio nel giardino di casa

 

 

Perchè proprio questo periodo? Luce e condizioni ambientali

Ad inizio Maggio, alle latitudini del Circolo Polare, l’inverno è alle spalle e le giornate iniziano ad essere molto lunghe, con il sole che sorge intorno alle 4.30 del mattino e tramonta intorno alle 22.00. In quelle che dovrebbero essere le ore notturne non si ha mai il vero buio e si assiste piuttosto ad un lungo e colorato crepuscolo con il cielo solcato da bande di colori che vanno dal rosa, al viola, al blu scuro delle ore vicine alla mezzanotte. Si tratta dell’inizio della notte bianca, il fenomeno che in queste zone dura per circa 4-5 mesi e che, con il suo arrivo, segna l’inizio della primavera, e risveglia la natura ed i colori del paesaggio.

Questo particolare momento ci offre la possibilità di passeggiate ed esplorazioni a qualsiasi ora del giorno e della notte e quindi una più facile osservazione anche di quegli animali, più schivi, che non sono soliti mostrarsi se non nelle ore più tranquille. E’ quindi il periodo ideale per l’osservazione della fauna ed in particolare dell’avifauna con molte specie che migrano da sud e restano qua a nidificare. A seconda delle aree visitate e dei giorni avremo un paesaggio che potrà essere più vicino a quello più tipico dell’inverno, con ampie zone ancora ricoperte da ghiaccio e neve, o zone più proprie dell’estate, con soffici distese di muschi, boschi rigogliosi e prati in fiore.

Le condizioni ambientali giocheranno un ruolo molto importante, e dovremo essere pronti ad adattarci al meglio al territorio in cui ci avventureremo. La nostra lunga esperienza farà sì che in ogni momento potrete affidarvi a noi in totale sicurezza. Ad esempio, le piste nel bosco dovrebbero essere sgombre e quindi praticabili, ma in alcuni casi si possono verificare alluvioni, nevicate fuori stagione, momenti di freddo intenso, o venti forti che possono compromettere la godibilità delle escursioni. E’ il bello ed il brutto della natura incontaminata, e per questo ci riserviamo il diritto di deviare dal programma presentato in questa pagina, e variare le escursioni e le attività anche all’ultimo momento.

 

Le specie di avifuna che vivono in Lapponia in questo periodo

I nostri amici piumati che arrivano al Circolo Polare entro la fine di aprile sono, restando tra le specie più significative, Gru, Cigni, la Pittima maggiore, il Tarabuso, numerose specie di Anatre e Passeriformi, oltre a Cesene, Sasselli, e anche alcuni predatori, tra cui la Poiana e l’Albanella. Poi con l’arrivo di maggio solitamente si mostrano anche altre specie molto interessanti, tra cui il Combattente, il Luì grosso, il Codirosso, la Balia nera, l’Usignolo maggiore e il bellissimo Pettazzurro. In questa zona nidificano anche Gufi, Picchi, Fagiani di monte, che però possono essere difficili da osservare in questo periodo, e per questo ci affideremo ad esperte guide locali che ci condurranno nei luoghi dove più spesso vengono avvistati. Nelle zone marine si potranno vedere molti uccelli acquatici tra cui anche la Sterna artica, che detiene il record della rotta migratoria più lunga del mondo (migra infatti ogni anno, per due volte, dall’Artico all’Antartico).

 

 

Alcuni uccellini che potremmo incontrare in questo viaggio: il Tarabuso, l’Albanella, il Pettazzurro, il Picchio Rosso

 

 

ITINERARIO e ATTIVITÀ _ Provvisorio

 

Il programma qui descritto potrà cambiare in base alle condizioni ambientali. Il periodo del disgelo può essere caratterizzato da clima variabile, che può comportare momenti di forte maltempo, strade bloccate, e conseguente sospensione delle attività. Il vantaggio di essere un piccolo gruppo ed avere grande mobilità sta proprio nella capacità di adattarsi rapidamente e poter modulare il programma in base alle condizioni ambientali ed alle aspirazioni del gruppo stesso.

 

Giorno 1: Benvenuti in Lapponia!

Arrivo all’aeroporto di Oulu, in Finlandia. Trasferimento (circa 15′) in veicolo privato al vostro albergo, situato nel parco naturale di Liminka, in contesto di pregio, a circa 35 km dal centro città e 20 km dall’aeroporto. Qui alloggeremo nell’albergo Liminganlahti, rustico ma confortevole, dotato di 6 camere con bagno. La struttura comprende un ristorante, dove faremo la cena di benvenuto e le colazioni.

La baia di Liminka è un’area molto rinomata e di grande importanza per l’avifauna: tutte le specie di uccelli migratori che stanziano in estate in Lapponia fanno tappa qui. La baia si estende per oltre 100 kmq, con grandi aree umide costiere, e in essa sfociano tre fiumi.

La stagione delle migrazioni coincide con il periodo del tour e, meteo permettendo, dovrebbe permettere di effettuare numerose osservazioni.

 

Giorno 2: La baia di Liminka.

La giornata sarà dedicata all’esplorazione della baia di Liminka, che avverrà a piedi partendo direttamente dal nostro albergo. Con l’aiuto di una esperta guida della zona, raggiungeremo i luoghi più adatti per l’osservazione dell’avifauna, e impareremo a riconoscere le fattezze dell’ambiente paludoso che caratterizza queste zone.  L’escursione si svilupperà nell’arco di tutta la giornata, con una pausa per il pranzo al sacco. La sera avremo cena in albergo e possibile nuova uscita “notturna”.

 

 

Paesaggi di Lapponia

 

 

Giorno 3: Il parco di Rokua.

Dopo colazione, raggiungeremo la riserva naturale di Rokua, situata a circa un’ora dal nostro albergo. Questo ambiente primordiale, uno dei pochi rimasti in Europa, ci mostra l’aspetto delle foreste vergini di pini della taiga lappone, che furono colonizzate dai Lapponi in tempi antichi, e solo più recentemente dai Finlandesi. Un facile sentiero ci permetterà di osservare i monumentali pini, alcuni dei quali hanno da 400 a 700 anni di età. La riserva naturale possiede numerosi laghi formatisi a seguito dello scioglimento dei ghiacci. Osserveremo anche la speciale conformazione del territorio, derivante dall’erosione dei ghiacci e dai fenomeni detti isostasia e orogenesi.

Le attrazioni del parco, l’unico in Finlandia compreso nella lista UNESCO Geopark, sono numerose, e comprendono laghi di origine glaciale e crateri formatisi a seguito del sotterramento naturale di blocchi di ghiaccio oltre 10mila anni fa. Di questi il Syvyydenkaivo è il più profondo della zona, e misura oltre 50 metri. Questa riserva naturale è il paradiso dei biowatcher, con numerose specie di flora e fauna che affiancano quelle migratorie. Il pranzo sarà al sacco.

In serata, rientro a Liminka con cena ed escursioni libere dopo cena.

 

Giorno 4: La riserva di Martimoaapa.

Dopo colazione, faremo il check-out dall’albergo e raggiungeremo (1h20 circa) la riserva naturale di Martimoaapa, percorrendo la pittoresca valle del fiume Simo. Questa potrebbe essere la prima occasione di assistere allo scioglimento dei ghiacci – ci fermeremo in un punto strategico per l’osservazione del fenomeno.

Arrivati a Martimoaapa faremo un pranzo al sacco. Successivamente, potremo incamminarci verso la palude, in un sentiero ben contrassegnato. In caso di alluvione o impraticabilità per troppa neve, varieremo il percorso di conseguenza. Il nostro trekking leggero durerà circa 5 km e ci permetterà di ammirare ambienti paludosi e boschivi incontaminati. Il percorso richiede condizioni fisiche buone. Porteremo il pranzo al sacco e le bevande con noi.

In serata, raggiungeremo la valle del fiume Tornio, dove potremo fare una cena tipica. Dopo cena, prenderemo possesso dei nostri appartamenti situati in contesto rustico, dotati di 3 camere di cui una con bagno riservato e le altre con bagno in comune. Dopo cena, potremo fare passeggiate libere sulla riva del fiume Tornio, nei pressi delle maestose rapide di Kukkola, le più lunghe dei paesi nordici (3500 m, per 16 m di dislivello).

 

 

– Husky e Renne, gli animali simbolo della Lapponia –

 

 

Giorno 5: La valle del Tornio.

Dopo colazione lasceremo il cottage e ci dirigeremo verso nord, lungo la strada che collega la Finlandia alla Norvegia. Il primo luogo che vedremo è la collina di Aavasaksanvaara, dove si può osservare l’evoluzione del bosco di pini in luogo spesso battuto dai venti. Il panorama che si gode dalla torre di osservazione è meraviglioso.

Successivamente ci recheremo in Svezia, dove attraverseremo il Circolo Polare, e impareremo qualcosa sulla geografia del luogo e sui movimenti più lenti del nostro pianeta. All’ora di pranzo, ci fermeremo presso un negozio di souvenir con annessa fabbrica artigianale, dove faremo uno spuntino e potremo acquistare dei ricordi di viaggio di alta qualità.

In serata, arriveremo all’allevamento biologico di renne e bovini di Hulkoffgården, gestito con amore dai signori Pia e Kurt. Qui impareremo tutto sulle renne, animali splendidi ma anche essenziali per la vita in queste zone, ancora oggi. La cena sarà a base della carne prodotta nel luogo. Rientro in serata (1h) con possibilità di passeggiate libere nei dintorni della struttura.

 

Giorno 6: Il fiume Tornio.

Anche questa giornata sarà dedicata allo splendido ambiente della valle del fiume Tornio. Numerose sono le location che potremo esplorare: dal meraviglioso lago di Karsikko all’invaso naturale di Karunki, fino alla palude di Alkunkarinlahti, incredibile paradiso situato a poche centinaia di metri dall’acciaieria di Röyttä, una delle più grandi del mondo. Decideremo il percorso anche in base al meteo, senza dimenticare di osservare il possibile scioglimento dei ghiacci. Rientro in serata, cena e tempo libero.

 

Giorno 7: Arrivederci Lapponia!

Colazione. Trasferimento in minibus all’aeroporto di Kemi-Tornio. Fine del tour.

 

 

I fatati boschi lapponi, illuminati dalla sottile luce radente delle notte bianca

 

 

Questo viaggio è prodotto, organizzato e gestito in ogni suo aspetto dal Tour Operator Svedese LappOne – The Five Senses Of Lapland (Marchio di proprietà dell’azienda Monny AB con sede a Sågaregatan 13, 95333, Haparanda, Sweden, Swedish org. n. 556855-5790, VAT n. SE556855579001). I dettagli del viaggio sono riportati su questo sito in nome e per conto di LappOne, che sarà l’unico referente per le adesioni e il pagamento dei servizi di seguito riportati. LappOne è un tour operator locale condotto da italiani che vivono in Lapponia. E’ nato nella primavera del 2011 per creare proposte di viaggio esclusive e su misura, per qualsiasi tipologia di clientela che voglia visitare la Lapponia durante tutto il periodo dell’anno.

 

 

Piccoli dettagli … regali della natura … perchè la bellezza si può nascondere ovunque

 

 

 

QUOTA di PARTECIPAZIONE _ provvisorio
Adulti e ragazzi (sopra gli 11 anni): 1790 €
Costo bambini (dai 6 agli 11 anni): 1090 €
Gruppo mininimo 4 persone, Gruppo massimo 6 persone
NB: prezzi da confermare da parte del TourOperator

 

La QUOTA di PARTECIPAZIONE   INCLUDE
Tutti i pernottamenti (Camere doppie in loft, guesthouse, cottage rustici tipicamente con servizi condivisi)
Tutte le colazioni (alcune delle quali autogestite)
Le cene indicate come comprese nel programma (alcune delle quali potrebbero essere autogestite)
Accesso alla Sauna Finlandese nelle strutture in cui è disponibile
Gli accompagnatori e autisti italiani a disposizione per tutto il viaggio
I costi della attività, attrazioni o visite menzionate nel programma
Tutte le escursioni incluse e descritte nel programma
Tutti i trasferimenti, comprensivo di carburante e autista
+ Tutta l’assistenza, sia prima che dopo la partenza
+ L’album con le foto più belle del viaggio

 

La QUOTA di PARTECIPAZIONE   NON INCLUDE
I voli di Andata e Ritorno per la Lapponia (vedi sopra)
Le bevande alcoliche (sia fuori, che durante i pasti)
I pranzi, gli spuntini, e le cene indicate come opzionali
Tutto ciò che non è elencato in “La QUOTA di PARTECIPAZIONE   INCLUDE”
Le eventuali assicurazioni individuali facoltative (vedi di seguito).

 

TERMINI DI PAGAMENTO (Gestito unicamente da LappOne.com)
CAPARRA: Versare il 20% del totale alla conferma del tour tramite bonifico bancario (è rimborsabile in caso di annullamento da parte del TourOperator).
SALDO: Versare il restante 80% tramite bonifico bancario entro quindici giorni prima della partenza.
VOLI: Possono essere acquistati autonomamente, o dal TourOperator in concomitanza della caparra.
Prima di procedere vi sarà inviata dal TourOperator comunicazione con tutti i dettagli del tour e gli estremi per il pagamento.

 

EXTRA CONSIGLIATI
Potete valutare di acquistare le seguenti assicurazioni che in caso di imprevisti potrebbero permettervi di risparmiare o recuperare quanto investito:
* Assicurazione medica individuale (che copre subito le spese mediche, e nei casi estremi anche il rientro a casa). Senza questa polizza, sarete coperti dal sistema sanitario italiano, ma dovrete anticipare i costi delle cure.
* Assicurazione sui costi di viaggio (che risarcisca ad esempio in caso di annullamento del viaggio da una delle parti, o della compagnia aerea, o per causa di forza maggiore)
Il costo di queste assicurazioni è modesto, e ci sono svariate società assicurative che operano in tal senso. Il nostro TourOperator saprà consigliavi al meglio in base alle vostre esigenze.

 

 

Così appare la notte bianca sulle rive del fiume Tornio

 

 

LA CHAT di GRUPPO

In questa pagina ho raccolto la maggior parte delle informazioni che ritengo utili per chi deciderà di intraprendere il viaggio. Questi paragrafi, sono frutto dell’esperienza dei tanti viaggi progettati e poi vissuti, e credo rappresentino giá un discreto aiuto, toccando i temi più importanti, anche se ovviamente non possono rispondere ad ogni curiosità. Di norma creiamo una chat di gruppo su WhatApp, con me, la guida naturalistica e le altre persone dello staff (in particolare del tour operator che gestisce tutta la logistica), in modo tale da poter dare le comunicazioni fondamentali, e dove confrontarci per fugare tutti i dubbi in vista dalla partenza, a cominciare da cosa è opportuno ed indispensabile mettere in valigia (di solito è l’argomento più gettonato), oppure consigli sull’attrezzatura fotografica. Di solito, questa chat, diventa anche un modo per conoscerci, e questo rende più facile fare gruppo, e quindi si rende migliore anche il soggiorno, la nostra tanto desiderata vacanza.

 

 

Le CONDIZIONI AMBIENTALI ATTESE

Saremo in periodo di transizione, ne vero inverno, ne vera estate, ed il meteo potrà essere molto variabile, anche da zona a zona, da giorno a giorno. Dopo tutto saremo al circolo polare artico! Ma questi cambiamenti così repentini ci regaleranno situazioni molto diverse, e garantiranno giochi di luce e colori davvero unici.

Le temperature esterne sono normalmente miti in questo periodo, con le massime che possono superare i 15°, e le minime che non vanno sotto lo zero. Però al dilà delle medie teoriche della stagione, puntualmente, potranno avere momenti anche di grande freddo, e temperature molto al di sotto dello zero. Potremmo attraversare zone completamente innevate, e anche veder proprio cadere la neve dal cielo. E quindi consigliato pensare bene al proprio abbigliamento (vedi di seguito), anche perchè per osservare gli animali dovremmo stare molto tempo in attesa, magari in zone umide e questo amplificherà il senso di freddo.

Anche per l’attrezzatura elettronica è necessario fare particolare attenzione quando si viaggi in questi luoghi, specie per gli sbalzi termici ed in particolare la formazione di condensa. Quando saremo là vi ragguaglierò sul modo giusto di comportarsi in questi casi, ma in particolare per chi porterà attrezzatura  di pregio vi invito a leggere questa mia guida e portarsi dei panni in micro-fibra per poter rapidamente rimuovere le goccioline di condensa.

 

 

ABBIGLIAMENTO e ATTREZZATURA

Consigliamo di portare con sé abbigliamento tecnico da montagna e di vestirsi a strati/cipolla così da essere pronti ad adattarsi al clima che incontreremo. Tra le cose indispensabili ricordo, come intimo magliette tecniche, calzini e calzamaglie, su cui indossare pile o piumini, e pantaloni tecnici felpati. Sopra ancora un bel giaccone o guscio tecnico, possibilmente impermeabili, e certamente portare un paio di cappelli, tubo pile per il collo, e guanti, magari di diverse pesantezze. Tutto ciò che può aiutarvi a proteggervi dal freddo è benvenuto, anche se magari non servirà. Possibilmente capi con colori poco appariscenti per non disturbare gli animali.

Consigliamo anche di portarvi uno zaino, un monocolo o binocolo per l’osservazione degli animali, e per chi vuole fare foto una fotocamera dotata di uno zoom lungo o molto lungo. In fondo a questa pagina un’approfondimento in merito.

Parleremo diffusamente di cosa mettere in valigia nella chat di gruppo.

 

 

Il CIBO ed il CONFORT delle strutture

In Lapponia si mangia generalmente molto bene, in particolar modo nei posti dove vi porteremo noi. I lapponi amano godersi la vita anche a tavola, e anche se faremo la spesa e cucineremo da noi, avremo ampia scelta di ottimi cibi. Certamente la varietà non è quella della cucina italiana e la maggior parte dei piatti ruota intorno alla carne (squisita è quella di Renna) e al pesce (spesso di fiume o lago). Poi ovviamente Patate, Funghi, Latte e Formaggi Frutti di bosco ecc. Questo è il loro cibo tradizionale ed è bello immergersi anche a tavola nella loro tradizione adeguandosi ai loro usi e costumi. Roba da leccarsi i baffi, credetemi. Nel caso abbiate intolleranze o regimi alimentari particolari dovete comunicarcelo per tempo.  Gli alberghi, le guest house o i cottage sono semplici, ma accoglienti. Assomigliano come idea alle nostre baite di montagna, il legno è di gran lunga il materiale più usato. E poi non mancano mai le Saune, e spesso potremmo provare anche le HotPool cioè piscine esterne con l’acqua calda, o le Kota, stanze barbecue adibite alle cene conviviali. Le abitazioni sono generalmente molto ben riscaldate (anche troppo, secondo alcuni), e quindi all’interno si può tranquillamente stare in maglietta o comunque con abbigliamento leggero.

 

 

INTERNET, ROAMING, e PRESE ELETTRICHE

Grazie alla legge Europa, dal 2017 si può parlare e navigare in internet dal proprio cellulare all’estero come in Italia, senza costi aggiunti (almeno entro i limiti imposti degli operatori). Quindi non c’è da avere alcun patema particolare ad attivare il roaming. I territori che attraverseremo sono molto isolati e remoti, ma la rete telefonica è diffusa praticamente ovunque, con rari buchi di segnale. In pratica potrete usare il telefono come in Italia.
Anche le strutture ricettive sono sempre dotate di connessione Wi-Fi gratuita. In Finlandia internet viaggia meglio che in Italia, mentre in Norvegia in certi posti fa fatica, comunque c’è sempre, e nel caso di disservizi, ci si può affidare appunto al roaming.
Anche per le prese elettriche, niente di complicato. Lassù al Nord usano le prese Shuko che ormai abbiamo tutti anche nelle nostre case (qualcuno le chiama anche “Tedesche”). Per cui se avete da caricare spine elettriche con 2 pin potete farlo senza nessun adattatore (le spine a 2 pin sono quelle normalmente per i caricatori USB, i caricatori dei cellulari, e delle macchine fotografiche). Se invece avete qualcosa a 3 pin (tipo il cavo di certi computer) allora serve un adattatore (si trova in qualunque negozio, e probabilmente l’avete già a casa). Più che altro, nel caso che abbiate diverse cose da caricare contemporaneamente, vi conviene portare una multipla o una ciabatta. Capita spesso che in certe strutture ci siano poche prese a muro, magari una sola per tutta la stanza.

 

 

VALUTE, MONETE e CAMBI

In Svezia si usa la Corona Svedese, mentre la Finlandia usa l’Euro. In questo viaggio attraverseremo entrambi i paesi, ma NON vi consigliamo di dotarvi di valuta locale prima della partenza. Infatti questo pacchetto copre già tutte le spese sul territorio, e non dovrete quindi spendere per altre cose particolari. In più, nel caso vogliate acquistare qualche ricordo o souvenir vi conviene farlo in Finlandia dove c’è l’Euro e tutto costa meno. In generale vi converrà acquistare con le carte di credito che sono accettate ovunque, anche per piccoli importi (tipo una tazza di caffè). Nel caso in cui uno volesse dotarsi di contanti in valuta locale, anche solo per un ricordo ulteriore del viaggio, il modo più facile è quello di prelevare a uno dei numerosi bancomat locali, con una carta del circuito Cirrus o Maestro, che permette di utilizzare lo stesso codice PIN a cinque cifre che si utilizza in Italia. Tali carte si possono spesso utilizzare anche per i pagamenti nei negozi, come carte di debito, anche se è consigliabile per sicurezza di dotarsi di una carta di credito (Visa, Mastercard, American Express o Diners).

 

 

SICUREZZA delle ATTIVITÀ ed ESCURSIONI

Tutte le attività proposte si avvalgono dell’ assistenza di esperte guide della zona che ne garantiscono lo svolgimento in condizioni di massima sicurezza. Ci riserviamo il diritto di modificare i percorsi o di cancellare le escursioni qualora le condizioni climatiche non permettano lo svolgimento di tali attività.

 

 

RISCHI e PERICOLI in LAPPONIA

La Lapponia ed in generale i pesi scandinavi sono tra le zone più sicure al mondo, in particolare per quanto riguarda la criminalità comune. Tuttavia, le distanze, il clima e l’isolamento impongono delle precauzioni. In generale, occorre porre attenzione all’abbigliamento, che deve essere tecnico e consentirvi di sopportare agevolmente temperature che scendono talvolta posso andare molto sotto zero . Le case sono generalmente molto ben riscaldate (anche troppo, secondo alcuni), e quindi è importante vestirsi in modo da poter rimanere in maglietta o comunque con abbigliamento leggero all’interno degli edifici. Le escursioni all’aperto possono portare a situazioni di pericolo dovute al clima: seguite sempre le istruzioni delle guide, e non esitate a segnalare situazioni di disagio fisico (l’ipotermia si manifesta a temperature ben sopra allo zero). Non avventuratevi in escursioni che richiedono sforzi notevoli se non vi sentite bene. L’acqua del rubinetto è potabile ovunque. Non lo sono, invece, le acque di laghi e fiumi, per quanto cristalline possano apparire, e quindi vi sconsigliamo di berle. Nel consumare carne e pesce, attenetevi ai metodi di preparazione tradizionali.

 

 

 

Combattenti e piovanelli alla ricerca di cibo

 

 

This entry was posted in Viaggi Lapponia 2019.

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*